indicazioni mediateca
Mediateca Copertina

Il Teatro nel Baule

Il Teatro nel Baule nasce dall’esigenza di un gruppo di attori di dar vita ad una compagnia teatrale che operi sul territorio con il proprio linguaggio e con la propria poetica. Uno degli obiettivi è rendere il teatro luogo di scambio, aperto al confronto e allo studio di diverse forme espressive; uno spazio che rispetti il senso primo del teatro.
Vediamo il teatro come un luogo del vivo estrinsecarsi di istanze antropologiche comunque connesse all’urgenza di re-ligare (socio-culturalmente e sacralmente) uomo con uomo”. R. Tessari

In questa intervista rilasciata per il nostro progetto, Simona e Sebastiano ci raccontano le declinazioni dell’oltremoto nel loro teatro, nella loro vita, nella loro poesia.

Credits

Botteghe Invisibili

La Compagnia Botteghe Invisibili nasce nel 2006 dall’apporto di  sensibilità artistiche che hanno deciso di condividere le proprie abilità maturate lungo diversi percorsi formativi: dal teatro-danza al teatro popolare, dal teatro di figura e le arti marziali a quello per l’infanzia, dalle tradizioni europee del Novecento al teatro di strada, dalla riflessione sul lavoro dell’attore, alla letteratura e alle arti visive. Il progetto nasce dalla necessità di esplorare meglio queste dimensioni della rappresentazione per comprendere le regole che muovono l’immaginario. In questa intervista ci racconta il percorso realizzato per il progetto Teatro di Comunità e presenta il cortometraggio “l’Oltremoto”, realizzato con il contributo di quanti hanno risposto alla call Corto di Comunità pubblicata al termine del 2020 sul sito del nostro progetto.

Credits

l'oltremoto

“Se non riesci ad uscire fuori dal tunnel…”
Nove racconti dell’Oltremoto, nove storie dove si narra il proprio incontro con eventi travolgenti, episodi che hanno cambiato la vita di chi li ha subiti. Nove personaggi decidono di raccontare ciò che li ha cambiati, con una lettera. Una giovane donna accetta la sfida di guardare cosa c’è in questo tunnel e di incontrare questi testimoni. Nel momento in cui decideranno di vivere e affrontare il nuovo scenario, seppur doloroso, le lettere diventeranno poesie di origami e la giovane donna accompagnerà questi uomini, donne, ragazze e bambine verso l’uscita. E dal buio nasceranno nuovi colori.

indicazioni mediateca
Mediateca Copertina

Il Teatro nel Baule

Il Teatro nel Baule nasce dall’esigenza di un gruppo di attori di dar vita ad una compagnia teatrale che operi sul territorio con il proprio linguaggio e con la propria poetica. Uno degli obiettivi è rendere il teatro luogo di scambio, aperto al confronto e allo studio di diverse forme espressive; uno spazio che rispetti il senso primo del teatro.
Vediamo il teatro come un luogo del vivo estrinsecarsi di istanze antropologiche comunque connesse all’urgenza di re-ligare (socio-culturalmente e sacralmente) uomo con uomo”. 

R. Tessari

Il Teatro nel Baule

In questa intervista rilasciata per il nostro progetto, Simona e Sebastiano ci raccontano le declinazioni dell’oltremoto nel loro teatro, nella loro vita, nella loro poesia.

Credits

Botteghe Invisibili

La Compagnia Botteghe Invisibili nasce nel 2006 dall’apporto di  sensibilità artistiche che hanno deciso di condividere le proprie abilità maturate lungo diversi percorsi formativi: dal teatro-danza al teatro popolare, dal teatro di figura e le arti marziali a quello per l’infanzia, dalle tradizioni europee del Novecento al teatro di strada, dalla riflessione sul lavoro dell’attore, alla letteratura e alle arti visive. Il progetto nasce dalla necessità di esplorare meglio queste dimensioni della rappresentazione per comprendere le regole che muovono l’immaginario. In questa intervista ci racconta il percorso realizzato per il progetto Teatro di Comunità e presenta il cortometraggio “l’Oltremoto”, realizzato con il contributo di quanti hanno risposto alla call Corto di Comunità pubblicata al termine del 2020 sul sito del nostro progetto.

Credits

l'Oltremoto

“Se non riesci ad uscire fuori dal tunnel…”
Nove racconti dell’Oltremoto, nove storie dove si narra il proprio incontro con eventi travolgenti, episodi che hanno cambiato la vita di chi li ha subiti. Nove personaggi decidono di raccontare ciò che li ha cambiati, con una lettera. Una giovane donna accetta la sfida di guardare cosa c’è in questo tunnel e di incontrare questi testimoni. Nel momento in cui decideranno di vivere e affrontare il nuovo scenario, seppur doloroso, le lettere diventeranno poesie di origami e la giovane donna accompagnerà questi uomini, donne, ragazze e bambine verso l’uscita.
E dal buio nasceranno nuovi colori.

Copyright © 2021 Biblioteca Casa di Quartiere | sito realizzato da universosud | Privacy Policy | Contatti