Archivio dell’Oltremoto

Questo archivio è l’esito dell’azione Teatro di Comunità, una delle tante condotte dal Polo Bibliotecario di Potenza in seno al più ampio progetto Il giardino della comunità. Nell’idea originale, il Teatro di Comunità è stato immaginato come una seria incontri con autori, spettacoli ed eventi con il coinvolgimento diretto delle comunità di Rione Macchia Romana e Rione Lucania a cura della Compagnia Botteghe Invisibili, partner del Polo in questo progetto. A seguito dei tristemente noti eventi che tutti conosciamo, le azioni sono state ripensate attraverso l’ausilio, l’interazione e l’integrazione di più tecnologie ma con l’intenzione di preservare l’obiettivo fondamentale del progetto, ovvero avvicinare la comunità al mondo delle biblioteche e ai contenuti e servizi che possono offrire.
Gli eventi accaduti, e tuttora in corso, non si annullano sullo sfondo delle nostre vite, la percezione che ne abbiamo è concreta, tangibile, fa male fisicamente, procura dolore, quel dolore che da tanto tempo un certo tipo di società ha narcotizzato e relegato in fondo alla propria coscienza. Ora quel dolore riemerge, ci costringe a guardarlo in faccia e su di esso a meditare, sino ad elaborarlo e digerirlo.
Questa riflessione ha stimolato la nascita del leitmotiv che ha mosso le nostre azioni e quelle di chi legge queste parole e volesse dare il suo contributo: l’oltremoto, ovvero la risposta emotiva che una comunità elabora di fronte ad uno sconvolgimento che la mette in crisi, la risposta della comunità alla calamità, la sua propensione alla resilienza. Ne abbiamo parlato, nel corso di circa un anno, con scrittori, scrittrici, illustratrici, compagnie di danza e di teatro, e quanti di voi hanno risposto ai nostri appelli. E ora, è il momento di condividerlo.

Archivio dell’Oltremoto

Questo archivio è l’esito dell’azione Teatro di Comunità, una delle tante condotte dal Polo Bibliotecario di Potenza in seno al più ampio progetto Il giardino della comunità. Nell’idea originale, il Teatro di Comunità è stato immaginato come una seria incontri con autori, spettacoli ed eventi con il coinvolgimento diretto delle comunità di Rione Macchia Romana e Rione Lucania a cura della Compagnia Botteghe Invisibili, partner del Polo in questo progetto. A seguito dei tristemente noti eventi che tutti conosciamo, le azioni sono state ripensate attraverso l’ausilio, l’interazione e l’integrazione di più tecnologie ma con l’intenzione di preservare l’obiettivo fondamentale del progetto, ovvero avvicinare la comunità al mondo delle biblioteche e ai contenuti e servizi che possono offrire.

Gli eventi accaduti, e tuttora in corso, non si annullano sullo sfondo delle nostre vite, la percezione che ne abbiamo è concreta, tangibile, fa male fisicamente, procura dolore, quel dolore che da tanto tempo un certo tipo di società ha narcotizzato e relegato in fondo alla propria coscienza. Ora quel dolore riemerge, ci costringe a guardarlo in faccia e su di esso a meditare, sino ad elaborarlo e digerirlo.
Questa riflessione ha stimolato la nascita del leitmotiv che ha mosso le nostre azioni e quelle di chi legge queste parole e volesse dare il suo contributo: l’oltremoto, ovvero la risposta emotiva che una comunità elabora di fronte ad uno sconvolgimento che la mette in crisi, la risposta della comunità alla calamità, la sua propensione alla resilienza. Ne abbiamo parlato, nel corso di circa un anno, con scrittori, scrittrici, illustratrici, compagnie di danza e di teatro, e quanti di voi hanno risposto ai nostri appelli. E ora, è il momento di condividerlo.

Copyright © 2021 Biblioteca Casa di Quartiere | sito realizzato da universosud | Privacy Policy | Contatti